Testata Nuovo TG Nazionale | Registrazione Trib.Lucca R.G.3651/2020


id 256.33

338

150/2000 e uffici stampa nelle P.A.: la legge “Vattelapesca” degli ultimi 21 anni

“C’era una volta, anzi c’è ancora oggi, la legge 150/2000. Questa norma ha permesso l’istituzione negli enti pubblici del nostro Paese, della comunicazione pubblica. Grazie a questa legge, sono state introdotte tre figure professionali: l’ufficio Relazioni con il Pubblico (URLP), l’ufficio stampa dentro le rispettive pubbliche amministrazioni, e il portavoce. L’istituzione dell’ufficio stampa e del portavoce, al tempo stesso, ha stabilito la separazione dell’informazione, informazione giornalistica nello specifico, dalla comunicazione politica. Informazione che spetta esclusivamente al giornalista, professionista o pubblicista. La legge 150 non prevede l’obbligo giuridico della presenza di un ufficio stampa all’interno degli enti; in caso, però, di sua presenza i giornalisti/le giornaliste che compongono il team dovrebbero essere assunti/assunte con un contratto giornalistico che prevede il versamento dei contributi alla cassa previdenziale di categoria, l’INPGI, il diritto all’assistenza sanitaria tramite la CASAGIT, e l’iscrizione al Fondo Complementare. La realtà dei fatti, però, ci dice che su questo tema, da 21 anni si brancola nel buio più totale: la legge non è stata mai applicata e diversi sono i colleghi assunti negli enti, ma inspiegabilmente parcheggiati in un angolo e sostituiti dai portavoce. A questo aggiungiamo diverse altre storture della legge 150: il fatto che non prevede l’obbligo di assunzione, previo il superamento di un concorso pubblico per titolo ed esami, l’assenza di un obbligo di assunzione con un contratto da dipendente, art. 1 e giornalistico, la mancanza di decreti attuativi di questa stessa legge. In passato, diversi enti locali hanno istituito bandi pubblici, volti all’assunzione di operatori dell’informazione nei loro uffici stampa; bandi contestati da giornalisti e sindacato di categoria nel merito e nel metodo. Bandi che stabilivano un’assunzione con contratto di collaborazione occasionale e obbligo di possesso della partita IVA. Quattro anni fa, ANCI e FNSI hanno sottoscritto un protocollo di intesa per far sì che l’inquadramento contrattuale dei giornalisti fosse conforme a quanto stabilito dalle legge del 2000 e fosse garantita, inoltre, l’autonomia professionale del singolo giornalista. Dopo due decadi, dobbiamo parlare di legge “Vattelapesca”. Legge che, beffa delle beffe, non prevede nemmeno alcuna sanzione per gli enti che non adempiono nel suo pieno rispetto.

15-12-2021 23:01 | Italia

NTN è per tutti

Tante novità in arrivo: Nuovi servizi oltre a giochi singoli e a squadre, premi in palio da vincere, supporto multi lingue, dirette televisive e molto altro ancora.

Scarica ora la App per Android o iOS ed entra nel nuovo network di Nuova TV Nazionale.

Nuova TV Nazionale


Copyright © Nuova TV Nazionale srl 2022 | P.IVA 02580620462 | Made by J.M.